Busseto

La storia di Busseto

Busseto è una famosa cittadina della bassa parmense, un comune ricco di storia che incanta e che affascina.

Il nome Busseto ha un’origine incerta: alcuni sostengono che derivi dal termine “Buxetum” che significa “bosco dei bossi”, mentre altri sostengono che abbia preso il nome dal cavaliere Cajo Busso, che avrebbe fondato la cittadina.

Il primo documento che attesa l’esistenza del luogo è del 768. A partire dal X secolo iniziarono a governarla i Pallavicino che fecero di Busseto la capitale dello “Stato Pallavicino”.

Con Ronaldo Pallavicino, detto il Magnifico, il comune visse un’epoca di grande splendore, ricchezza e prosperità: infatti fu proprio Ronaldo a pubblicare, nel 1495, uno dei primi codici penali e civili della storia. Alla sua morte Busseto iniziò un periodo di decadenza che terminò con la sottomissione al dominio farnesiano nel 1578.

» Per saperne di più

Durante questi anni Busseto attraversò un periodo di rinascita, sia dal punto di vista economico che culturale, tanto che divenne la sede dell’Accademia Arcadica dell’Emonia e di quella di Lettere.

Busseto è conosciuto oggi soprattutto per essere stata la culla natale di uno dei compositori più famosi al mondo: nella vicina frazione di Roncole, il 10 ottobre 1813 nacque Giuseppe Verdi, autore delle opere che hanno fatto la storia del teatro come il Nabucco, la Traviata e il Rigoletto.

Infine, una curiosità: anche Giovanni Guareschi, l’indimenticabile autore delle storie di Don Camillo e Peppone, prese la residenza nel comune di Busseto.

» Riduci

Informazioni utili
Comune di Busseto
Indirizzo P.zza G. Verdi n. 10 – 43011 Busseto
Telefono 0524 931711
E-mail urp@comune.busseto.pr.it
Sito http://www.comune.busseto.pr.it

Busseto