Pieve di Guastalla

Description

Description

La chiesa romanica intitolata ai SS. Apostoli Pietro e Paolo è l’edificio religioso più antico dei territori di Guastalla.
Sono giunti fino a noi i documenti che ci testimoniano la sua consacrazione nel 997 ad opera di Papa Gregorio V e l’importanza che occupò in campo religioso grazie al sostegno di Matilde di Canossa.
Nel 1095 fu la sede di un Sinodo preparatorio del Concilio di Piacenza e di Clermont, con il Papa della I crociata Urbano II e nel 1106 il Papa Pasquale II radunò un Concilio dove si definì la separazione civile ed ecclesiastica per le investiture.
Inoltre la pieve ottenne il nullius dioecesis, che le permetteva l’indipendenza dai vescovi locali e soggetta direttamente alla sola Santa Sede.
L’edificio subì diversi rifacimenti causati da eventi naturali, come il terremoto del XII sec., che colpì tutta la regione e provocò il crollo di parte della chiesa; o eventi umani, come la distruzione del borgo e della torre della chiesa ad opera degli Estensi nel 1558.
Allo stile romanico fu in parte sostituito il barocco nel 1605 con la ristrutturazione su progetto di Antonio Filippi che prevedeva la realizzazione di otto altari laterali, commissionata da don Giacomo Antonelli.
La facciata subì un ulteriore rifacimento nel 1850, durante il quale fu recuperato lo stile romanico.
Nel 1931 il crollo del soffitto portò a una profonda ristrutturazione di tutta la pieve, che risultò un’opportunità per nuove scoperte.
Emersero i primi reperti archeologici romani, come i mattoni manubriati o le formelle, ancora visibili sui muri perimetrali interni ed esterni; furono identificate le tracce del romanico preesistente, l’esistenza del soffitto a capriate e le fondamenta della prima torre romanica posta a sinistra della chiesa.
La torre che vediamo attualmente è di periodo barocco, ma nel corso dei secoli subì diversi rifacimenti, specialmente sulla cuspide. Inoltre furono rifatte le parti andate distrutte, come le due absidi laterali.
All’interno della chiesa permangono gli affreschi, probabilmente opera di un pittore reggiano o emiliano; la statua di terracotta della Madonna con Bimbo, opera di Guido Mazzoni detto il Modanino, artista attivo nella metà del ‘400 e stimato come il più grande scultore emiliano del tempo; il Crocifisso ligneo policromo di stile tedesco, databile al XVI sec.; una parte del coro e gli scranni lignei; le tele di cui non si conosce alcun autore, tutte databili intorno al ‘600-‘700, come testimoniano anche gli arredi sacri esistenti, montate sulle ancone laterali.
Nella cantoria trova sede un organo Serassi del 1867, uno degli ultimi della prestigiosa casa costruttrice di Bergamo, per la cui realizzazione erano state recuperate le canne del precedente organo del ‘600.

Contact

Contact
  • Address
    Via Pieve, 39, 42016 Guastalla
  • Phone
  • Category
    Beni Culturali
  • Location
    Guastalla, Provincia Reggio Emilia, Unione Bassa Reggiana

Location

Pieve di Guastalla
Get directions

Contact

Pieve di Guastalla
  • By editorestartemilia
  • Email: andrea@cabiria.net

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Ratings

    Pieve di Guastalla

    Recensioni

    0

    0 Total
    This is a sample content. you can add some notice or special comment for ratings. If you need to modify rating statements, please go to theme option and you can add or change.
    Thank you.
    Servizio
    0.0%
    Location
    0.0%
    Qualità
    0.0%
    Altro
    0.0%