Museo dell’automobile

Description

Description

Il Museo dell’automobile di San Martino in Rio copre un’area espositiva di 650 mq dove trovano posto una quarantina di vetture, una decina di moto, qualche bici e una sala per riunioni e uffici per svolgere varie attività.
Il Museo fa parte di vari circuiti culturali ad assieme alla Scuderia San Martino è federato ASI e ne condivide lo statuto nel riconoscimento della cultura motoristica internazionale Il Museo è riconosciuto dalla Fia (Federation International d’Automobile) e fa parte del progetto regionale (Motor Valley) per la valorizzazione del circuito museale motoristico della Regione, leader nel motorismo nazionale, grazie alle tante case costruttrici presenti in zona, case costruttrici che da sempre hanno privilegiato tecnica e sportività e soprattutto per quella terra di motori che è la Romagna, capitale delle motociclette sportive

L’arrivo delle prime auto d’epoca a San Martino in Rio, un tranquillo paesino di pianura in provincia di Reggio Emilia viene fatto risalire al 1956.  Domenico Gentili (deceduto nel novembre 2001), bolognese, le aveva raccolte in qua ed in là per l’Italia, radunandole nei cortili e sotto le tettoie della sua ditta (il saponificio Panigal di Borgo Panigale alle porte di Bologna). Visto che ormai non ci stavano più, aveva scelto l’ospitalità offertagli da Giulio Campari, il compianto titolare della Campari & C., (che alla Panigal era legato da un contratto per la fornitura di grasso animale) e l’amicizia di Barighin, cioè Emilio Storchi Fermi. Emilio Storchi Fermi, scomparso nel 1975, riuscì ad imprimere al complesso della collezione ed al suo valore potenziale, un marchio originale tuttora riconoscibile. Prima di tutto, nelle macchine d’epoca di San Martino in Rio fece confluire quella istituzione che ancor oggi risponde al nome di Scuderia San Martino dando impulso alla raccolta, ovvero al salvataggio ed alla messa in circolo di centinaia di pezzi, scovati un po’ dappertutto.

Questa specie di raccolta-museo (ancora del tutto museo non poteva chiamarsi) andava riempiendo sempre nuovi e fortunosi locali: a decine favolosi ed inauditi esemplari approdavano a San Martino in Rio, reperiti da Barighin in ogni parte d’Italia.

In breve, San Martino in Rio diventava uno dei più importanti centri nazionali ed europei del collezionismo. Ancor oggi alcune delle automobili del vecchio Museo rimaste fra noi recano, nelle targhe, la denuncia della loro lontana provenienza: Palermo, Napoli, Siracusa, Lecce. La movimentazione di tanti veicoli consentiva una sempre miglior strutturazione della collezione attraverso cessioni e scambi con altri collezionisti, e suggeriva alcune operazioni di restauro dell’edificio che ospitava la collezione.

Il 3 novembre 1963 l’Amministrazione comunale approva il progetto di un capannone da adibirsi a ricovero della collezione, cioè a Museo vero e proprio. Il 1° settembre 1966 Barighin ed i suoi amici conducono nella loro sede definitiva (sono circa 1.000 metri quadrati al coperto) un centinaio tra vecchie automobili, motociclette, biciclette, carrozze, carri agricoli, ecc.

Sono trascorsi quasi sessant’anni dall’arrivo delle prime auto d’epoca a San martino in Rio, e quasi cinquanta dal giorno in cui la grande avventura del reperimento del pezzi trovò il suo definitivo ordinamento in un apposito fabbricato. Ebbene, in tutto questo tempo il nostro beneamato Museo ha vissuto la sua grande ora tempestosa: in una calda sera del giugno 1975 Barighin si spegneva improvvisamente ed inaspettatamente, davanti a quel Bar Sport che era stato il luogo di convegno degli appassionati. Nello spazio di pochi mesi il Museo, che già da qualche anno aveva ridotto i suoi effettivi lasciando, per circa un terzo, spazio ad un’officina, si vuotava; il materiale, tranne una dozzina di pezzi, si trasferiva a Panzano (Modena) e restava solo un locale di circa 150 metri quadrati di proprietà del socio Vellani a breve distanza dal Museo. Gli eredi di Barighin hanno tenuto duro. Superato lo smarrimento, verso la fine del 1981, di nuovo libero lo spazio già occupato dall’officina meccanica, venne bloccato dai soci che ridiedero vita ad un Museo, più piccolo sin che si vuole (lo spazio bastava per una trentina di macchine), ma ora strutturato non più su di un’unica grande collezione, bensì sulle minori raccolte di una dozzina di amici (qualcuno anche con una sola automobile). Il materiale disponibile era sufficientemente valido sia per rappresentare, l’evoluzione del mezzo meccanico nel tempo, sia per costituire un utilissimo strumento di manifestazioni e mostre itineranti, cioè uno splendido gioco per il tempo libero. In definitiva un’araba fenice risorta dalle ceneri e, verosimilmente, più protetta, nei confronti di eventuali nuovi incenerimenti, dall’esistenza di una moltitudine di padrini.

Oggi il Museo dell’automobile di San Martino in Rio copre un’area espositiva di 650 mq dove trovano posto una quarantina di vetture, una decina di moto, qualche bici e una sala per riunioni e uffici per svolgere varie attività. Il Museo fa parte di vari circuiti culturali ad assieme alla Scuderia San Martino è federato ASI e ne condivide lo statuto nel riconoscimento della cultura motoristica internazionale. L’ASI è l’Automotoclub Storico Italiano e cura il mondo del motorismo storico in Italia. Il Museo è riconosciuto dalla Fia (Federation International d’Automobile) e fa parte del progetto regionale (Motor Valley) per la valorizzazione del circuito museale motoristico della Regione. L’Emilia Romagna rimane regione leader nel motorismo nazionale, grazie alle tante case costruttrici presenti in zona, case costruttrici che da sempre hanno privilegiato tecnica e sportività e soprattutto per quella terra di motori che è la Romagna, capitale delle motociclette sportive.

ORARI  APERTURA:

tutte le Domeniche negli orari 10.30-12.30 / 15.30-18.30

tutti i Venerdì dalle 21.00 alle 24.00

Per le pratiche della Scuderia tutti i Lunedì del mese dalle 21.00 alle 24.00 (festivi ed Agosto esclusi) oltre a Martedì e Giovedì mattina dalle 9 alle 12 su appuntamento.

 

Contact

Contact

Orari

Orari
  • Fri
    21.00 - 24.00
  • Sun
    10.30 -12.30 / 15.30 -18.30

Location

Museo dell’automobile
Get directions

Contact

Museo dell’automobile
  • By editorestartemilia
  • Email: andrea@cabiria.net

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Ratings

    Museo dell’automobile

    Recensioni

    0

    0 Total
    This is a sample content. you can add some notice or special comment for ratings. If you need to modify rating statements, please go to theme option and you can add or change.
    Thank you.
    Servizio
    0.0%
    Location
    0.0%
    Qualità
    0.0%
    Altro
    0.0%