monumento per la libertà e per la pace

Description

Description

Si tratta di un monumento realizzato con un concorso di idee che si poneva l’obiettivo di promuovere la riflessione e sollecitare le capacità progettuali dei giovani artisti italiani attorno ai valori della Resistenza. Il progetto vincitore si distingue per la capacità di unire elevati valori plastici a funzioni di arredo urbano, in un felice connubio di arcaicità delle forme (in cui sono presenti non retorici richiami all’ara, al monumento funebre, al palcoscenico) e tecnologia (con raggi luminosi che all’oggetto conducono e dall’oggetto si dipartono); evidenti anche i connotati di luogo di riflessione e di raccoglimento, che ne suggeriscono un’ appropriata collocazione nel Parco urbano. Il monumento vuol essere luogo di incontro, luogo di convivenza di convergenze e divergenze. Composto di una base solida e pesante e di flussi di energia (fasci di fibre ottiche), il monumento vuol essere insieme eterogeneo ed astratto ad alta carica simbolica. Costituisce infatti un nodo in cui coppie simboliche si contrappongono e si intrecciano: la luce con l’ombra, il verticale con l’orizzontale, il solido con l’aereo, il maschile con il femminile; opposizioni che danno origine ad una liberazione di energia: essa si genera nel nucleo – lastra orizzontale nera – ed esplode all’esterno, coinvolgendo tutto il contesto. Il monumento infatti regola lo spazio ed è da esso regolato in una fitta rete di relazioni e corrispondenze.

PER SAPERNE DI PIU’

Quasi lapide, pietra tombale, esprime il sacrificio di chi ha lottato per l’affermazione di valori quali libertà e pace, come base per ogni successiva affermazione. Il monumento si riduce dunque al suo solo basamento: è l’uomo stesso, quando esprime liberamente il proprio pensiero cercando il confronto, ad essere “monimentum” e invito alla libertà. Lo studio dei materiali è stato approntato alla ricerca della migliore integrazione di artificiale e naturale. Le fasce di contorno alle fibre ottiche sono state pensate in lastre di acciaio corten, superfici che, ossidandosi nel tempo, acquisiranno il colore ruggine-bruno della terra, ottenendo un effetto vivo anche di giorno. Nell’idea che il monumento sia vissuto, un giardino di pietra, in pietrisco nero e corteccia, costituisce un’area destinata al pubblico durante manifestazioni estive, di incontro o di spettacolo per bambini. La richiesta dell’Associazione Partigiani di inserire in modo coerente anche i nomi dei caduti correggesi, ci ha spinto ad ampliare il progetto: sfruttando la forza scenografica di un doppio filare di pioppi, si trova un camminamento a passi sparsi (che costringe ad un rallentamento dell’andatura) in blocchi di cemento graffiato, ai lati dei quali, su lastre di vetro blindato retroilluminate, affiorano i nomi dei caduti. A.N.P.I (sezione di Correggio) e imprese che hanno curato la costruzione, è stata dimostrazione di una forte volontà comune nel voler continuare ad affermare i valori di pace e libertà.

 

Contact

Contact

Location

monumento per la libertà e per la pace
Get directions

Contact

monumento per la libertà e per la pace
  • By editorestartemilia
  • Email: andrea@cabiria.net

    Your Name (required)

    Your Email (required)

    Subject

    Your Message

    Ratings

    monumento per la libertà e per la pace

    Recensioni

    0

    0 Total
    This is a sample content. you can add some notice or special comment for ratings. If you need to modify rating statements, please go to theme option and you can add or change.
    Thank you.
    Servizio
    0.0%
    Location
    0.0%
    Qualità
    0.0%
    Altro
    0.0%