Verso Traiettorie 2018 - Ensemble Prometeo (Gottardi / Privitera / Longobardi)

Set 20 2018

Verso Traiettorie 2018 – Ensemble Prometeo (Gottardi / Privitera / Longobardi)

Sarà una formazione a trio composta da solisti di Ensemble Prometeo a occupare lo spazio dell’ultimo concerto di «Verso Traiettorie», rassegna di musica classica, moderna e contemporanea organizzata da Fondazione Prometeo quest’anno giunta all’ottava edizione. Martedì 5 giugno alle ore 20:30 nella Sala dei Concerti della Casa della Musica di Parma, il trio composto dalla clarinettista Roberta Gottardi, dalla violinista Georgia Privitera e dal pianista Ciro Longobardi sarà impegnato in un programma che racchiude la contemporaneità più stretta fra due brani degli anni Trenta. Accanto a «GGMF», nuova creazione per trio commissionata da Fondazione Prometeo a Fabrizio Fanticini, docente al Conservatorio “A. Boito” di Parma, a due brani del 2014 – «Après» per trio di Fabio Cifariello Ciardi e «dalla brina» per pianoforte solo di Filippo Perocco, in una nuova versione con elettronica –, al duo per clarinetto e violino «Les Ruines Circulaires» (2006) di Tristan Murail e al poco più datato «Dream Tracks» (1992) di Peter Sculthorpe, uno degli autori di punta della nuova musica australiana, sono posti infatti in apertura di serata la Suite per trio op. 157b di Darius Milhaud e in chiusura «Contrasti» di Béla Bartók.

Il tema è la difficile amalgama del clarinetto con i timbri strumentali, che il Novecento ha sfruttato in termini di spazialità (Sculthorpe), illusione percettiva (Murail), manipolazione semantica (Cifariello Ciardi), sospensione (Perocco), suggestione (Fanticini), approfondendo quella linea di concretizzazione del caos novecentesco tracciata da Milhaud e Bartók.

Roberta Gottardi, docente di clarinetto al Conservatorio di Bolzano, è stata una delle interpreti elettive di «Harlekin» di Karlheinz Stockhausen, e di molte prime assolute o di brani a lei dedicati da compositori come Kagel, Sciarrino, Battistelli, Fedele. I suoi interessi spaziano dal tardo barocco su strumenti storici alla contemporaneità. Anche Georgia Privitera lavora sia sul barocco sia sul moderno e contemporaneo: collabora e ha collaborato con L’arsenale ensemble di Treviso, Algoritmo, Risognanze, Schallfeld Ensemble, Zeitfluss, Nou Ensemble, Xenia Ensemble e ha fatto parte dell’Orchestra Giovanile Italiana. Premiato al Gaudeamus International Interpreters Competition, vincitore del Kranichsteiner Musikpreis a Darmstadt e del Coup de Cœur di Radio France, Ciro Longobardi ha suonato in qualità di solista e di camerista nelle più prestigiose sale da concerto mondiali e nei maggiori festival di musica moderna e contemporanea. Molto attento all’esplorazione del Novecento e della contemporaneità, ha all’attivo collaborazioni di prestigio, fra cui quelle con Salvatore Sciarrino e Ivan Fedele, del quale ha registrato l’integrale pianistica vincendo il Premio Speciale della Critica per il miglior disco italiano di classica strumentale del 2011.

Il concerto è realizzato con il supporto di SIAE / Progetto «SIAE – Classici di Oggi».

 

I biglietti saranno disponibili il giorno del concerto presso la reception della Casa della Musica (Piazzale S. Francesco 1, 43121 Parma) a partire dalle ore 19:30, con possibilità di prenotazione telefonica ai recapiti della Fondazione Prometeo: i biglietti prenotati telefonicamente si potranno ritirare la sera stessa presentandosi con utile anticipo.

I biglietti possono essere acquistati in prevendita su VIVATICKET:

https://www.vivaticket.it//ita//tour/verso-traiettorie/2048